Biografia del Maestro

Filippo
Arlia
  • “Arlia rivisita Piazzolla……Quando sei il più giovane direttore di Conservatorio d’Italia e hai già preso una standing ovation alla Carnegie Hall puoi permetterti di omaggiare Astor Piazzolla”

    Paolo Giordano (Il Giornale)
  • “…un giovane eclettico pianista che dialoga stretto stretto con la tastiera…”

    Angelo Foletto (La Repubblica)
  • “In grande evidenzia il ruolo del pianoforte, che in una cornice sonora di grande spessore focalizza senza mezzi termini alcune poderose incursioni dell’Arlia sulla prima ottava. Una vera goduria, da ascoltare a volume disinvolto”

    Marco Cicogna (Audio Review)
  • “Duettango rinnova il genere di Astor Piazzolla, rendendolo più da auditorium classico che per sdolcinate balere”

    Guido Michelone (Il Manifesto)
  • “L’originale visione di Arlia funziona alla perfezione … il risultato è una vera sfida emozionante dove i due bravissimi musicisti sembrano inscenare un tango sfrenato …”

    Carlo D’Ottavi (Suono)
  • “É tra i direttori piú promettenti della sua generazione …”

    Roberto Zichittella (Famiglia Cristiana)
  • “Arlia é considerato il piú giovane direttore d’orchestra dei Conservatori italiani …”

    Lorenzo Tozzi (Il Tempo)

Biografia


Filippo Arlia, classe ’89, è un pianista, didatta e direttore d’orchestra italiano. E’ considerato dalla critica internazionale uno dei più brillanti e versatili musicisti italiani della sua generazione. Si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia a soli 17 anni con il massimo dei voti, la Lode e la Menzione d’Onore sotto la guida di Antonella Barbarossa, acquisendo così i metodi e le tecniche della scuola pianistica della famosa didatta Lethea Cifarelli, allieva prediletta di Edwin Fischer. Completa poi la sua formazione umanistica laureandosi in Giurisprudenza presso l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro.

Le collaborazioni

Ha diretto alcuni dei musicisti più noti del nostro tempo, come Sergej Krylov, Yuri Shishkin, Michel Camilo, Sergei Nakariakov, Ilya Grubert, Danilo Rea, Giovanni Sollima, Eugenio Bennato.

Ha già lavorato con alcuni dei cantanti più conosciuti a livello internazionale nel mondo della lirica, come Dimitra Theodosiou, Giovanna Casolla, Fabio Armiliato, Amarilli Nizza, Sonia Ganassi, Carlo Colombara, Maria Pia Piscitelli, Roberto Frontali.

Il prestigio internazionale

Nel 2015 ha inaugurato la stagione del Teatro Municipale di Piacenza sul podio dell’ Orchestra Filarmonica Toscanini. Nel 2019 ha debuttato sul podio dei Berliner Symphoniker con Stefano Bollani al pianoforte al Teatro Filarmonico di Verona.

Nella sua carriera ha già tenuto più di 400 concerti come solista e direttore in più di 30 paesi al mondo e ha già diretto orchestre dal prestigio storico tra cui l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Haifa Symphony Orchestra, I virtuosi del Teatro alla Scala, Cairo Symphony Orchestra, Jerusalem Symphony Orchestra.

Ha calcato alcuni dei palcoscenici più prestigiosi del mondo, come la Carnegie Hall di New York, la Cairo Opera House, l’Auditorio Nacional de Musica di Madrid, la Novaja Opera di Mosca, Smetana Hall di Praga.

Nel 2017 ha presentato il suo disco Duettango in diretta RAI Radio 3 per i Concerti del Quirinale a Roma.

Filippo Arlia ha già registrato per Warner Music Italy, Sony Music, Fonè Records, Brilliant Classics, Movimento Classical, Rai Radio 3, Amadeus, Rai Uno, Rai Cinque, Opera Discovery.

Direttore Artistico e Professore

Dal 2014 al 2020 è Direttore presso il Conservatorio di Musica “P. I. Tchaikovsky” di Catanzaro – Nocera Terinese in Calabria, dove è professore titolare di una cattedra di pianoforte principale e della cattedra di Direzione d’orchestra.

È Professore Onorario di due Conservatori di Stato in Russia.

Già Direttore Artistico del Festival Internazionale “R.Leoncavallo” di Montalto Uffugo (CS) per le edizioni 2018-2019, è direttore artistico di Mediterraneo Radio Festival, Fortissimo Festival, Stagione Sinfonica del Teatro Politeama di Catanzaro, direttore principale dell’Orchestra Filarmonica della Calabria e del Festival Lirico dei Teatri di Pietra, dal 2022 è consulente artistico del Festival di Musica Sinfonica di El Jem.

filippo_arlia_3_biografia

È frequentemente invitato nelle commissioni di numerosi concorsi internazionali come il Premio Pianistico Internazionale “Silvio Bengalli” di Val Tidone (PC), il Premio Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Roma e il Concorso Internazionale “G. Gershwin” di New York. Ha tenuto Masterclass di pianoforte per numerose istituzioni tra cui Valsesia Musica di Varallo Sesia (VC), il Conservatorio di Stato “S. Rachmaninov” di Tambov, l’Istituto Superiore di Musica di Sousse, il Val Tidone Festival di Piacenza, la Far Eastern State Academy of Arts di Vladivostok ecc…

Filippo Arlia è stato premiato nell’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma con la Medaglia d’Oro 2017 “per la pregiatissima tecnica dimostrata nella direzione d’orchestra e per la distinta interpretazione del grande repertorio sinfonico del ‘900 sempre e ovunque con grande consenso di pubblico e di critica”. Particolarmente dotato per la letteratura sinfonica e pianistica del XX secolo, ha giá nel suo repertorio alcune delle pagine piú significative di I. Stravinsky, A. Scrjabin, S. Rachmaninov, M. Mussorgski, D. Schostakovic.

filippo_arlia_3_biografia
logo_filippo_arlia
logo_filippo_arlia
Privacy policy - Cookie policy
Copyright © 2022, Filippo Arlia / I.S.S.M. TCHAIKOVSKY.
Tutti i diritti riservati.
Design: cfweb